Dieta del Digiuno

Dieta del digiuno: è vero che il digiuno per dimagrire, mi farà ingrassare e riprendere i miei chili di troppo con gli interessi?

Dieta del Digiuno immagine

Il digiuno sta tornando al centro della ricerca scientifica. Umberto Veronesi, coniando il termine Dieta del Digiuno, diventato anche un libro (best seller), già dal 2013, sostiene il contrario.

Immagino già la tua faccia perplessa e quello che mi stai per dire: “Certo, smetto di mangiare, soffro la fame e se riesco a resistere, magari perdo anche qualche chilo!“. Allora sappi che smetter di mangiare e digiunare sono due cose diverse.

Nel primo caso, soffrirai per la fame, sentirai i classici morsi allo stomaco e non vedrai l’ora di rimetterti a mangiare. Nel secondo caso, quando userai la Dieta del Digiuno, riuscirai ad astenerti dal nutrirti con i cibi solidi senza patire le pene dell’inferno.

Ma qual’è la differenza che corre tra smettere di mangiare e digiuno?

La stessa differenza che corre tra un pasto e l’altro. Mi spiego meglio.

Se sei una donna od un uomo, che si nutre normalmente di solito fai tre pasti al giorno (o due), compresa la colazione, giusto?

Allora sappi che tra un pasto e l’altro stai digiunando. Adesso ti domando, passi più tempo a digiunare, od a mangiare nella tua giornata?

Nella tua dieta è già presente il digiuno.

Sì, va bene, tutto giusto, ma già se salto un pasto, mi viene mal di testa, mi prende un senso di vuoto allo stomaco che diventa anche dolore, mi sento senza energie, comincio a pensare solo a dover mangiare e non riesco a pensare ad altro. Quindi come la mettiamo?“.

Giusta obiezione, infatti in quel modo hai solo smesso di mangiare. Quelle sensazioni sono dovute alla crisi di disintossicazione che il tuo corpo mette in atto, quando entra nella modalità digiuno.

Adesso ti faccio un paragone un po forte, ma è per spiegarmi bene. L’abbondanza di cibo è un fenomeno degli ultimi 60 anni. Troviamo di tutto al supermercato e la stragrande maggioranza dei cibi è confezionata, lavorata industrialmente.

Inoltre per rendere i cibi “appetitosi” vengono aggiunte sostanze di ogni genere. Oggi puoi dare il sapore di risotto al tartufo anche ad un gelato, con i giusti additivi (qui puoi vedere alcuni prodotti funzionali industriali per rendere il cibo del sapore e della consistenza desiderati). Aggiungi il fatto che per essere commercializzato il cibo, deve poter durare e quindi vengono anche usati conservanti più o meno naturali; per esempio quando apri il pan carrè e senti odore di alcool, questo è il conservante che si libera e serve per non far crescere la muffa sul pane.

Lascia che ti dica che non ci vuole molta ricerca per capire che tutte queste sostanze non sono proprio il miglior alimento per la tua salute. Molte di queste danno assuefazione, quindi quando “non mangi” vai in crisi d’astinenza, con lo stesso meccanismo percui il tossicodipendente non riesce a smettere di drogarsi (Vedi Wikipedia Dipendenza dal Cibo).

Ma allora cos’è la Dieta del Digiuno?

Dieta non significa restrizione alimentare per dimagrire. Dieta è uno stile di alimentazione di cui sei libera o libero di scegliere (un esempio è la cosiddetta dieta mediterranea). Dieta del Digiuno significa fare in modo che il digiuno diventi parte della tua dieta in modo che tu possa raggiungere il tuo peso ideale (cioè il peso che tu ritieni giusto per te).

In realtà la perdita del peso durante un digiuno è un effetto secondario: l’effetto primario è che nella Dieta del Digiuno il tuo corpo si disintossica.

Torniamo alla domanda iniziale.

Come fare il digiuno per dimagrire in modo definitivo?

Ti tranquillizzo subito, non devi scegliere tra stravolgere il tuo stile alimentare, o riuscire a perdere peso.

Entrare in digiuno significa che riuscirai ad allungare il tempo che passa tra un pasto e l’altro.

Dieta del Digiuno Importanza aria acqua e cibo

Il trucco sta nel fare in modo che le tossine nel tuo corpo, che ti danno dipendenza, si liberino lentamente in modo che non ti generino tutti quei malesseri che non sono dovuti alla mancanza di alimentazione, ma bensì all’eccesso di tossine che all’improvviso si riversano nel tuo sangue.

Ma da dove vengono queste tossine?

Beh, qui devo essere franco! Le hai accumulate in anni di alimentazione dove a cibi freschi, come frutta e verdura (possibilmente bio), hai preferito cibi confezionati o peggio già pronti, solo da scaldare.

Ma non è finita! Se puoi sopravvivere anche quaranta giorni senza mangiare, dopo tre giorni senza bere rischi grosso. L’importanza della qualità dell’acqua che beviamo e dieci volte superiore al cibo che mangiamo.

Adesso trattieni il respiro. Quanto riesci a resistere senza aria? Quindi capisci da te quanto sia importante respirare aria non inquinata.

Dunque tra aria, acqua e cibo hai introdotto negli ultimi anni grosse quantità di tossine. Molte le hai anche espulse, ma una certa dose ti si sono accumulate.

Dove, mi chiedi? Nei tessuti molli (grasso od adipe compresi), nei muscoli, negli organi, nelle ossa.

Quando non ti alimenti il tuo corpo attinge alle riserve ed insieme a loro entrano in circolo anche dei veri concentrati tossici.

Quindi digiunare è una tecnica che ti aiuta a tenere sotto controllo il carico tossico, eliminandolo lentamente. Mano a mano che liberi il tuo corpo dalle tossine e dal grasso, anche la fame ti si attenua sino a scomparire.

Quando ricomincerai ad alimentarti non tornerai più al peso iniziale e col passare del tempo non ci riusciresti neanche volendolo e ringrazierai di aver conosciuto La Dieta del Digiuno.

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco